TARI è dovuta anche per immobile disabitato.

a cura di Giacomo Scortichini

Chi ha diritto all'esenzione TARI?

La TARI è la tassa comunale per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani.
Molte persone si interrogano sul fatto se sia sempre dovuta; frequentemente una serie di osservazioni che vengono effettuate da proprietari di immobili non abitati e per i quali viene comunque richiesto il pagamento della tassa in argomento.
Se l’immobile è disabitato, ad una prima lettura, la tassa sembrerebbe non dovuta in quanto il proprietario, non generando rifiuti, non si avvale del servizio.
La Cassazione, con ordinanza 11130 del 28 aprile 2021, fa chiarezza circa la legittimità della richiesta del tributo.
La Cassazione infatti afferma che è irrilevante il dato soggettivo della mancata utilizzazione del servizio da parte del singolo utente, in quanto una lettura privatistica non risulta accettabile, essendo la TARI una raccolta e smaltimento dei rifiuti, nato per offrire un servizio alla collettività e non ai singoli utenti.

Inoltre a ben vedere anche il singolo utente, che all’apparenza sembra non fruire del servizio per mancata abitazione dell’immobile, in realtà, in un ambito pubblicistico, usufruisce di una città che provvede alla salvaguardia ambientale.
Vi è però da notare che in alcuni comuni, ove il proprietario possa dimostrare di non occupare l’immobile con arredamenti e di non avere utenze attive, il soggetto viene esonerato dal tributo in misura a volte totale, a volta parziale, in piena discrezionalità della amministrazione comunale.

Torna indietro

Commenti

Aggiungi un commento

Calcola 9 più 9.