Pagamento bollo e cambio di residenza

a cura di Giacomo Scortichini

Nessun obbligo di comunicazione.

Cos’è il “ bollo auto “? Il bollo auto è un un tributo regionale il cui versamento spetta a tutti i possessori di un'auto indicati dal Pubblico Registro Automobilistico.
La norma dice che sono tenuti a pagare la tassa automobilistica alla Regione in cui hanno la residenza anagrafica, coloro che, alla scadenza del termine utile per il pagamento, risultano essere proprietari del veicolo.

Nel caso in cui il contribuente non provveda al pagamento la regione invierà un avviso di pagamento alla residenza che compare sul libretto di circolazione o dal pra.
Se precedentemente alla comunicazione si sia cambiata residenza e l’atto si stato inviato a detto indirizzo, il contribuente, ritenuto moroso, potrà affermare di non aver mai ricevuto l’avviso di pagamento e pertanto sarà legittimato a ritenere nulla l’intimazione di pagamento.
Infatti, in relazione alle tasse automobilistiche non esiste alcun onere a carico del proprietario del veicolo di comunicare ai competenti uffici regionali il cambio di residenza.
Ad affermarlo è la Suprema Corte puntualizzando che la notifica dell'avviso di accertamento è validamente effettuata, ai sensi dell'art. 2, comma 5, della L. n. 27 del 1978, presso la residenza risultante dalla carta di circolazione, o dai registri di immatricolazione o dal pubblico registro automobilistico, escludendo con ciò l’obbligo del contribuente di darne notizia agli uffici competenti.
Cassazione n. 33857 del 2022.

Torna indietro

Commenti

Aggiungi un commento

Somma 4 a 7.