IMU e Immobili-Merce

a cura di Giacomo Scortichini

Sono sottratti alla ratio impositiva.

E’ bene innanzi tutto determinare cosa si intende per immobili-merce.
Gli immobili merce sono quei fabbricati costruiti oppure oggetto di sostanziali ristrutturazioni, detenuti da imprese costruttrici con la finalità della vendita.
La normativa attuale consente alle imprese costruttrici di non dover pagare l’imposta IMU, alla condizione che entro il 30 giugno venga presentata agli uffici comunali la dichiarazione IMU.
La ratio di tale disposizione normativa va ricercata, in primo luogo, nella natura dell’imposta.
Infatti l’IMU è l’imposta municipale dovuta per il possesso di fabbricati, escluse le abitazioni principali classificate nelle categorie catastali diverse da A/1, A/8 e A/9, di aree fabbricabili e di terreni agricoli ed è dovuta dal proprietario o dal titolare di altro diritto reale quali l’usufrutto, l’uso, l’abitazione, l’enfiteusi, dal concessionario nel caso di concessione di aree demaniali e dal locatario in caso di leasing.
L'IMU si applica in tutti i comuni del territorio nazionale. È fatta salva l'autonomia impositiva prevista dai rispettivi statuti della regione Friuli-Venezia Giulia e delle province autonome di Trento e di Bolzano
Quanto già premesso ci consente di comprendere che l’impresa costruttrice ha diritto all’esenzione dall’IMU sugli immobili di sua proprietà, destinati alla vendita e non locati, neanche per brevi tempi.
Gli immobili in questione sono, infatti, attratti nel reddito d’impresa come “beni merce” e, dunque, sottratti alla ratio del regime impositivo previsto dall’IMU per i redditi fondiari (artt. 55, 83, 92 TUIR).
Dunque se l'IMU in quanto - Imposta Municipale propria - è un'imposta di natura patrimoniale il cui presupposto consiste nel possesso di fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli siti nel territorio dello Stato e a qualsiasi uso destinati, e sostituisce sia l'Ici che l'Irpef sulla rendita catastale, è ragionevole ritenere che sia esente chi “possiede” e prima ancora “costruisce” degli immobili che sono destinati unicamente a fini commerciali, facendo dunque venir meno il concetto possessorio che solitamente viene assegnato agli immobili di proprietà dei comuni contribuenti.

Torna indietro

Commenti

Aggiungi un commento

Somma 3 a 5.