Ho una banconota falsa: cosa fare?

a cura di Giacomo Scortichini

Cosa fare se abbiamo ricevuta una banconota falsa?

Riconoscere una banconota falsa non è poi così complesso; rilevare gli elementi di sicurezza come filigrana, ologramma, fibre luminescenti, già ci da una sufficiente certezza sulla autenticità o meno.

In ogni caso, se abbiamo ancora dei dubbi, basta recarsi in una qualunque attività commerciale e chiedere di controllarci la e le banconote con l’apposito rilevatore, o presso un istituto di credito o postale per avere maggiori certezze.

Una volta acquisita la consapevolezza di essere in possesso di una o più banconote false dobbiamo renderci conto che questa condizione, cioè la conoscenza di esserne in possesso, ci riporta a quanto disposto dalla legge che all’articolo 457 del codice penale ci dice che:
Chiunque spende, o mette altrimenti in circolazione monete contraffatte o alterate, da lui ricevute in buona fede, è punito con la reclusione fino a sei mesi o con la multa fino a euro 1.032
Quindi la prima cosa da evitare è quella di mettere in circolazione il denaro falso, inoltre per questa fattispecie di reato, cioè la falsificazione e la messa in circolazione di denaro contraffatto, è fatto obbligo di denunciare il possesso entro 3 giorni dall’avvenuta conoscenza alla autorità giudiziaria; pena una sanzione di oltre 200 euro.

Nel caso fosse possibile è fatto obbligo di indicare, alle forse dell’ordine, la provenienza delle banconote contraffatte.

Torna indietro

Commenti

Aggiungi un commento

Calcola 6 più 5.